BAU e Geopietra: risultati vincenti

BAU continua a realizzare nuovi importanti traguardi, riaffermandosi come principale punto di riferimento del settore delle costruzioni.

Per la prima volta, su 250.000 visitatori presenti a BAU 2017, 80.000 sono giunti dall’estero. BAU, Salone Internazionale di Architettura, Materiali e Sistemi, ha così registrato un’ulteriore crescita sul piano internazionale (2015: 72.000 visitatori esteri).

In cima alla classifica dei visitatori di BAU si sono piazzate anche in questa edizione i “vicini di casa” Austria (11.520 visitatori), Svizzera (5.243) e Italia (5.013). La crescente rilevanza di BAU anche al di fuori dell’Europa è dimostrata dall’elenco dei Paesi che hanno registrato i maggiori tassi di crescita, come Corea del Sud (1.301 visitatori / +42%), Stati Uniti (792 visitatori / +40%) e India (803 / +59%).

Ottimi risultati, anche per lo stand Geopietra, che mai come quest’anno ha potuto puntare sull’eccellenza dei suoi prodotti, da un punto di vista sia estetico che tecnico ed innovativo.

I numerosi ospiti, hanno ammirato la suggestiva selezione di pietre ricostruite e mattoni da rivestimento proposti, apprezzando sia i modelli dallo stile minimale e moderno, sia quelli più rustici legati alla tradizione.

Geopietra ancora una volta si conferma leader e precursore nel settore, suggerendo le nuove tendenze che vanno dai muri “vintage”,  dove la stuccatura gioca con la pietra e il mattone, come il muro protagonista dello stand, a muri dal carattere forte dove la sola protagonista è la pietra.

Grande interesse ha inoltre riscosso l’importante risultato ottenuto da Murogeopietra e la sua applicazione su Isolamento Termico Esterno attraverso il collaudo dei materiali e della procedura di posa richieste dall’ente pubblico francese CSTB / Centre Scientifique et Technique du Bâtiment, ottenendo così l’attitudine all’impiego in metodi di costruzione innovativi, tema tra i più sensibili affrontati anche in questa edizione di BAU 2017.