15 | TERRAKOTTA: IL MATTONE DA RIVESTIMENTO

15 | TERRAKOTTA: IL MATTONE DA RIVESTIMENTO

Geopietra®, avvalendosi della medesima tecnologia della pietra ricostruita, produce una selezionata gamma di mattoni da rivestimento; completano l’offerta modelli in cotto naturale scelti nelle migliori fornaci del nord Europa. Modelli singolari, dalle superfici ricercate che vengono prodotti con procedure ancora manuali, tagliati nello spessore di 25 mm dal pieno.

Il mattone da rivestimento nella versione in cotto naturale mantiene intatto il fascino e le caratteristiche del mattone tradizionale collaudate nei secoli. Gli impasti tramandati da generazioni e perfezionati nella loro coesione e tenuta, sono cotti in forno a 800°C - 1200°C.

Il mattone da rivestimento nella versione in cotto ricostruito riproduce in modo fedele colori e textures del cotto naturale aggiungendo il fascino rustico dei mattoni recuperati. Studiato e perfezionato anche per essere utilizzato con tutti i modelli di pietra ricostruita Geopietra®, il mattone ricostruito racchiude alte qualità tecniche ed un’eccezionale ingelività.

Il mattone ricostruito Geopietra®, per le sue caratteristiche, esalta la performance della funzione coibente e rende più robusta e resistente la struttura dell’isolamento termico esterno aggiungendo anche importanti vantaggi.

15.1 POSA DEL MATTONE DA RIVESTIMENTO

Definire l’altezza della fuga relativa al mattone utilizzato per ottenere multipli interi da distribuire sull’altezza della parete. Effettuare una tracciatura orizzontale pari alla somma dell’altezza del mattone e relativa fuga (o suoi multipli).

Mantenere i corsi controllati con staggia e livella.

Di seguito diamo indicazioni, a secondo del modello, per velocizzare l’operazione:

 

Il mattone può essere posato indifferentemente dal basso verso l’alto o viceversa, Grazie a Geocoll® non esistono problemi di scivolamento. I pezzi ad angolo sono da posare per primi all’inizio di ogni corso alternando il lato lungo a quello corto.

1.

Pulire la superficie dei listelli angolari da eventuali residui di lavorazione prima di procedere alla stesura del collante.

2.

Il collante Geocoll® va sempre posto sul dorso dell’angolo e fatto ben aderire con cazzuola sia al mattone che alla parete per lavorare fresco su fresco.

3.

Far aderire l’angolo esercitando una leggera pressione e piccoli movimenti verticali (alto-basso) fino ad ottenere l’effetto ventosa. Alternare il lato lungo a quello corto in modo da sfalsare la posa dei successivi corsi.

4.

Se necessario tagliare i mattoni con disco diamantato o romperlo con la mazzetta.

5.

Il collante Geocoll® va sempre posto sul dorso del mattone e sulla parete per lavorare fresco su fresco.

6.

Posare il mattone effettuando una leggera pressione e piccoli movimenti laterali (destra-sinistra) fino alla fuoriuscita del collante in eccesso e in modo che il pezzo si sostenga da solo. Togliere l’eccesso di Geocoll® prima di posare il mattone successivo. Sfalsare sempre le giunzioni verticali.

7.

Usare la malta GeoBi / F grana fine con apposito sac à poche per riempire le fughe. NON APPLICATE PIÙ MALTA DI QUANTA POSSIATE GESTIRNE DI VOLTA IN VOLTA. Non utilizzare spatole, pennelli, scope o spugne BAGNATI.

8/9

EFFETTUARE PROVE DI CONSISTENZA AL TATTO per capire il momento esatto di lavorabilità. Quando non si percepisce più presenza di acqua superficiale, (dita asciutte) è il momento giusto per intervenire. Solo nelle finiture con cazzuola o spatola la malta deve essere lavorata ancora fresca

10.

Asportare il materiale in eccesso e schiacciare nelle fughe il rimanente con uno stecco di legno lavorandolo secondo il gusto e la necessità. La bellezza del mattone da rivestimento Geopietra® è enfatizzata dalla finitura, come per la pietra ricostruita esistono diversi stili di finitura. (vedi cap.14).