11 | regole di posa

11 | regole di posa

POSA ORIZZONTALE

Nella muratura portante le pietre sono posizionate sempre in orizzontale, secondo la vena. Devono creare tra loro un legame che le unisca in incastri perfetti, mai fughe verticali. Risulta naturale ed essenziale la posa a corsi orizzontali come nella naturale crescita del muro nei diversi giorni di lavorazione.  (nelle foto confrontiamo la posa dello stesso modello di pietra ricostruita Geopietra®).

NO: non è stata rispettata nessuna delle regole estetiche necessarie ad una realizzazione verosimile, nè per quanto riguarda l’orizzontalità dei corsi e il giusto incastro dei pezzi, nè per quanto riguarda la stuccatura. La tridimensionalità del rivestimento si è annullata e si evidenzia il carattere puramente decorativo di pezzi piani utilizzati a “mosaico”.

SI: il rispetto e la cura di tutte le regole di posa, rende difficile individuare la funzione solo estetica e non portante del murogeopietra.

ARCHI e PILASTRI

Il carico delle forze di una muratura portante, in prossimità di un’apertura, viene distribuito in modo trasversale grazie ad un arco (oppure nelle piccole luci tramite la posa di alcune pietre in verticale). (il materiale della prima fotografia non è Geopietra®)

NO : pur seguendo l’andamento ad arco del muro sottostante, le pietre sono accostate le une alle altre senza alcun effetto di incastro o di sostegno (si noti la formazione del segno + della fuga) inoltre il modello di pietra scelto e la sezione dei pilastri non sono tra loro proporzionati, nè il colore risulta naturale nella sua miscelazione. La posa non risulta credibile. 

SI : grazie al posizionamento verticale che dà forma ad un arco portante il nostro rivestimento risulta assolutamente realistico.

TRAVATURA di AMPIE LUCI ORIZZONTALI

Il carico delle forze di una muratura portante, nel caso di ampie luci orizzontali e in sostituzione di un’arcata, dovrà essere distribuito su di un trave o sostegno lungo tutta l’apertura.

NO : pur seguendo l’andamento ad arco del muro sottostante, le pietre sono accostate le une alle altre senza alcun effetto di incastro o di sostegno (si noti la formazione del segno + della fuga) inoltre il modello di pietra scelto e la sezione dei pilastri non sono tra loro proporzionati, nè il colore risulta naturale nella sua miscelazione. La posa non risulta credibile. 

SI : grazie al posizionamento verticale che dà forma ad un arco portante il nostro rivestimento risulta assolutamente realistico.

BALCONI

Balconi rivestiti in pietra non avranno un risultato credibile senza una struttura portante da terra che ne sostenga ipoteticamente il peso. Nel rispetto delle regole architettoniche sono quindi da contemplare solo soluzioni in cui l’uso della pietra sia plausibile.

NO : se l’intento rimane quello di un uso credibile della pietra ricostruita, la scelta di rivestire un balcone a sbalzo, senza sostegno a terra, non risulta corretta. Allo stesso modo anche l’uso di pezzi ad angolo nella parte inferiore risulta scorretto e controproducente rispetto alla verosomiglianza.

SI : la realizzazione di un balcone rivestito in pietra ricostruita prevede sostegni da terra e architrave proporzionati ad una ipotetica costruzione in pietra naturale. 

ANGOLI e SPESSORE

L’architettura moderna sceglie la pietra naturale, in accostamento ad altri materiali da costruzione, per realizzazioni che ne esaltino soprattutto il valore formale di superficie.

NO : nella foto è evidenziato un errore nella finitura dello spigolo della casa, trascurare dettagli di finitura come questi può rendere facilmente inverosimile anche una posa accurata e corretta. Per dare tridimensionalità al rivestimento non interrompere mai il lavoro sullo spigolo, ma utilizzando le apposite pietre ad angolo, proseguire sull’angolo della parete almeno per 25/40 cm.

SI : l’uso degli angoli nei dettagli strutturali dona al rivestimento Geopietra® un convincente valore di tridimensionalità e lo rende perfettamente credibile.

RIVESTIMENTI PARZIALI

In fase di ristrutturazione di vecchie case in pietra, alcune interessanti porzioni di muro che si vogliono recuperare vanno lasciate a vista e di conseguenza risultano incassate rispetto al nuovo intonaco.

NO : Il parziale rivestimento del muro NON è stato rifinito a dovere per essere credibile. Si evidenzia esclusivamente un carattere decorativo delle pietre. Il requisito di basso spessore della pietra ricostruita non deve essere “rivelato” dalla posa, solo così si otterrà un buon risultato di credibilità e tridimensionalità. 

SI : Per la posa parziale del rivestimento Geopietra® è stato aumentato lo spessore del muro non rivestito tramite riporto di cappotto. Viceversa è possibile creare un incasso nella muratura ove posare il rivestimento. Con entrambi gli espedienti il rivestimento acquisisce otticamente tridimensionalità.

11.1 | Accorgimenti di posa su isolamento termico / PORTE E FINESTRE

1. contorno finestra con cornice rasata e colorata

Per finiture di aperture di porte e finestre ad intonaco, è necessario applicare una cornice dello spessore di circa 6 cm in modo da nascondere lo spessore della pietra. Per la realizzazione di suddetta cornice è possibile utilizzare ritagli di materiale isolante incollati sul cappotto mediante apposito collante, quindi rasare e annegare la rete di armatura. Rivestire la cornice con intonaco di finitura colorato.

A. Pannello isolante

B. Pannello incombustibile per la protezione dal fuoco

C. Cornice in materiale isolante rasata e armata

D. Poliuretano espanso

E. Nastro di guarnizione

F. Rasatura armata con rete e finitura a seguire

G. Profilo angolare

H. Profilo con gocciolatoio

 

* Lo spessore della cornice è da calcolare in base allo spessore del modello di pietra o mattone Geopietra scelto.

2. contorno finestra con pietre incassate a filo

Per ottenere spalle rasate a filo pietra, rivestire il contorno della finestra con materiale isolante. Incidere poi con il cutter la cornice per inserire la pietra in modo che una volta stuccata con la malta risulti incassata a filo. Sullo spigolo così ottenuto è possibile fissare i cardini delle ante avendo predisposto prima della posa del cappotto gli specifici supporti di montaggio.

A. Pannello isolante

B. Pannello incombustibile per la protezione dal fuoco

C. Cornice in materiale isolante rasata e armata

D. Poliuretano espanso

E. Nastro di guarnizione

F. Incassare la pietra incidendo con il cutter una parte della cornice d’isolante

G. Profilo angolare

H. Rasatura di finitura con malta Geobi

3. architrave finestra con listello di sostegno

In molte costuzioni in pietra, sopra l’apertura delle finestre, veniva inserito un travetto in legno con duplice funzione, di iniziale sostegno per l’arcata e di abbellimento decorativo alla finestra. Per riprodurre lo stesso effetto visivo, montare prima le pietre sugli angoli laterali dell’apertura fino all’altezza desiderata e inserire il travetto di lunghezza pari alla luce dell’apertura appoggiandolo sugli angolari stessi, per poi proseguire con le pietre piene. Nel caso di grandi luci con lunghe travi predisporre dei fissaggi nella parte centrale.

A. Pannello isolante

B. Pannello incombustibile per la protezione dal fuoco

C. Poliuretano espanso

D. Nastro di guarnizione

E. Profilo angolare

F. Impermeabilizzante elastico rinforzato con rete Geobi

G. Listello di chiusura

 

 

4. architrave finestra con trave in legno

Il semplice inserimento di una trave decorativa soddisfa, seppur solo visivamente, la richiesta di sostegno del muro sovrastante l’apertura di porte e finestre e dà pieno credito all’opera. Applicare un trave in legno segato allo spessore di 5/6 cm, nella parte superiore dell’apertura e rivestire il resto del contorno con materiale isolante. Per il fissaggio dei cardini di eventuali ante prevedere l’utilizzo degli appositi supporti di montaggio che vanno montati prima della posa del cappotto.

 

 

A. Pannello isolante

B. Pannello incombustibile per la protezione dal fuoco

C. Poliuretano espanso

D. Nastro di guarnizione

E. Profilo angolare

F. Rete metallica zincata maglia larga fissata con graff

G. Listello di chiusura

H. Sezione di trave in legno.

 

* Lo spessore del trave è da calcolare in base allo spessore del modello di pietra o mattone Geopietra scelto.

5. contorno finestra con rivestimento in pietra dell’intradosso

Per una maggiore credibilità dell’architrave prolungare l’arcata di un paio di pietre oltre lo specchio della finestra. È possibile rivestire completamente gli intradossi delle aperture di porte e finestre con gli elementi angolari in pietra ricostruita del modello scelto, tenendo presente che l’irregolarità della superficie non permette l’applicazione di ante. Per l’inserimento di ante è possibile utilizzare monoblocchi ove la chiusura è indipendente dalla finitura dello spigolo.

A. Pannello isolante

B. Pannello incombustibile per la protezione dal fuoco

C. Nastro di guarnizione

D. Poliuretano espanso

E. Profilo angolare

6. cornice finestra con architrave e spalle oblique

Le cornici di porte e finestre possono essere rifinite in tanti modi diversi, di cui diamo alcuni esempi. Nello spaccato a lato mostriamo la procedura ideale di posa per una cornice con spalle oblique.

A. Pannello isolante

B. Pannello incombustibile per la protezione dal fuoco

C. Cornice in materiale isolante rasata e armata

D. Poliuretano espanso

E. Nastro di guarnizione

F. Rasatura armata con rete e finitura a seguire

G. Profilo alluminio con gocciolatoio

H. Profilo con gocciolatoio

 

Lo spessore della cornice è da calcolare in base allo spessore del modello di pietra o mattone Geopietra scelto.

7. davanzale finestra con gocciolatoio

Nella finitura di porte e finestre prestare la massima attenzione alle giunzioni tra il rivestimento e il materiale del contorno delle aperture dove più facilmente si possono innescare ponti termici e dove la diversa dilatazione termica dei materiali rende possibile la formazione di fessurazioni.

A. Pannello isolante

B. Poliuretano espanso

C. Nastro di guarnizione

* Considerare di lasciare almeno 1,5 cm tra la copertura, dotata di gocciolatoio e la parete rivestita

8. contorno finestra con incasso frangisole

Per la finitura del contorno di porte e finestre con incasso frangisole è necessario applicare sul cappotto, con collante specifico, una cornice in materiale isolante in modo da nascondere lo spessore della pietra, rasare e armare con rete. Rifinire con intonaco pigmentato.

A. Pannello isolante

B. Pannello incombustibile per la protezione dal fuoco con incasso per frangisole

C. Cornice in materiale isolante rasata e armata

D. Poliuretano espanso

E. Nastro di guarnizione

F. Rasatura armata con rete e finitura a seguire

G. Profilo angolare

H. Profilo con gocciolatoio

I. Impermeabilizzante elastico rinforzato con Georete

 

* Lo spessore della cornice è da calcolare in base allo spessore del modello di pietra o mattone ricostruito scelto.

Inserimento architrave in legno

murogeopietra può essere abbinato a molteplici finiture a seconda dell’ambientazione che si vuole ricreare. Un esempio risulta il riporto dei classici travi portanti sovraporta presenti in molte case di montagna, normalmente difficoltosi da inserire, sopratutto con i sistemi costruttivi attuali, cioè con presenza di cappotto ove evitare ponti termici risulta essenziale.

La procedura che Geopietra® ha collaudato su molte costruzioni e che di seguito riportiamo, permette di ottenere, come nel caso della pietra, l’effetto visivo desiderato rispettando tutte le esigenze del sottofondo. Prendere in considerazione il trave in legno desiderato e tagliare nello spessore di circa 5/6 cm la parte che si vuole in vista. Fissare con graff sul retro una rete metallica zincata maglia 5x5 cm filo 2 mm sporgente oltre i bordi di almeno 7/8 cm. Utilizzando Geocoll®, con il sistema doppia spalmatura, incollare il trave al fondo prima della posa del murogeopietra, con copertura totale della rete.