Quando l’innovazione abbraccia la tradizione / Volterra

/ / / /
Quando l’innovazione abbraccia la tradizione / Volterra

Volterra città d’arte unica ed irripetibile, dove il paesaggio, così mutevole nell’alternarsi delle stagioni, contribuisce ad esaltare l’alone di mistero, di solitudine e di romantica tristezza che la pervade. Città di pietra, perché di pietra sono le sue strade, di pietra le sue torri e i suoi palazzi e di pietra sono le sue mura austere. Tutto è fatto di panchino, la pietra giallo grigia da cui spesso affiorano conchiglie di rara bellezza. Volterra, anche terra di alabastro, è candidata a divenire patrimonio dell’Umanità.

Proprio ai piedi delle mura etrusche della città sorge l’elegante complesso abitativo con struttura portante in legno e tecnologia a pannelli Xlam. Il progettista, in virtù dei vincoli paesaggistici esistenti nel comune, ha previsto il rispetto dello stile architettonico Toscano caratteristico del paesaggio circostante.

I due corpi laterali in legno sono interamente rivestiti con muro Geopietra. Campionate pietre autoctone del territorio è stata composta insieme al nostro laboratorio tecnico la corretta miscela di forme e tonalità per la muratura. Contestualmente è stato studiato e scelto il tipo di posa, selezionato il colore e la lavorazione della malta di finitura GeoBi.

La parte centrale della casa in legno è rifinita ad intonachino ai sali silossanici; il fronte principale è stato completato con due porticati composti da copertura a travi e travetti con interposte pianelle in laterizio e pilastri in acciaio rivestiti con mattoni in laterizio. Lo studio Cicalini ha optato per pareti ventilate nelle zone su cui è posata la pietra, ciò assicura il miglior comfort estivo all’interno dei locali. La stratigrafia delle stesse è così composta, dall’interno verso l’esterno, controparete tecnica per il passaggio degli impianti, struttura portante a pannelli Xlam, rivestimento con isolamento termico esterno in lana di roccia spessore 14 cm, telo impermea bile traspirante, camera di ventilazione ed infine lastra in fibrocemento sul quale è applicato il rivestimento Geopietra.

Essendo tale struttura composta da materiali diversi, coinvolti in naturali differenti dilatazioni, si è applicato sul supporto in fibrocemento una doppia rasatura di collante a base calce idraulica naturale Geocoll con inserimento di rete in fibra di vetro a maglia larga Georete. Tale procedura aiuta a uniformare e ad attenuare gli eventuali punti di rottura, difficilmente rilevabili in fase di progetto.

Questa realizzazione è un bell’esempio di utilizzo delle nuove tecnologie costruttive nel rispetto delle tradizioni, partendo dalle esigenze di risparmio energetico e benessere abitativo realizza un’opera di assoluto pregio qualitativo estetico ed emozionale.  
 

Progetto: Geom. Francesco Cicalini

In questo articolo: murogeopietra mod. P03 BOTTICINO